Ortodonzia dell’adolescente: dalla diagnosi alla cura

Durante l’adolescenza si completa la dentatura permanente e la maggior parte della crescita delle ossa mascellari. Per questo motivo i tipi di trattamento riservati al paziente adolescente possono essere l’ortopedia dento-facciale e l’allineamento delle arcate dentarie; l’ortodontista mediante lo studio del caso effettua la diagnosi per impostare correttamente il piano di terapia.

Se sono presenti malocclusioni che hanno una componente scheletrica si può sfruttare il picco di crescita puberale per correggerle. In questo caso si parla di ortopedia dento-facciale, realizzata con apparecchiature rimovibili o miste (una componente fissa intraorale e una componente rimovibile extraorale).

Se il paziente presenta solo una malposizione dentaria, con una base scheletrica armonica e proporzionata, si procede con il trattamento ortodontico di allineamento dentale. Generalmente vengono utilizzate apparecchiature fisse multibrackets, i classici bottoncini (bracket) incollati sui denti e vincolati da archi metallici che progressivamente li spostano verso la posizione desiderata. Alla fine della terapia fissa viene effettuata la terapia di contenzione.

Quanto dura la terapia ortodontica dell’adolescente?

Di solito i trattamenti durano tra i 18 e i 24 mesi, con visite di controllo mensili, ma talvolta la durata può essere inferiore se è stata eseguita una terapia ortodontica intercettiva durante l’infanzia.

Prenota la visita ortodontica per adolescenti a Pisa